Tradizione gioco biglie
Una tradizione piu' che millenaria.
Corse biglie su circuito
Corse di biglie su circuito per tutte le eta'.
Tiro con la biglia
I giochi delle biglie della tradizione popolare.
Corse di ciclotappo
corse di ciclotappo su circuito per tutte le eta'.
Gioco e animazione ravenna
una proposta di gioco e animazione per ogni contesto di festa.
CIrcuiti in sabbia biglie
Circuiti in sabbia.
Bigliodromo Ravenna
Un bigliodromo per la citta'.

Eventi

Compagniadellebiglie
Giochi, Corse e Tornei
Rassegne Ludiche, Calendario Eventi e Novità.

FESTA DI FAETANO

DOM 17 MAGGIO 2015, ore 15:30

VAI!

31° FESTA DELLE ALFONSINE

SAGRA DEGLI SPAVENTAPASSERI

VEN 29, SAB 30 MAGGIO 2015, ore 20:45

VAI!

I BAMBINI AL CENTRO DEL CASTELLO

DOM 31 MAGGIO 2015, ore 15:00

VAI!

COTIGNYORK

MER 3 GIUGNO 2015, ore 16:30

VAI!

La Compagnia

Compagniadellebiglie
Giochi, Corse e Tornei
I giochi che hanno animato il tempo libero di generazioni di bambini con una tradizione più che millenaria.

Chi siamo

foto-storica-gioco-biglieLa Compagnia delle Biglie, nasce a Ravenna nel 2003, dall’incontro di artisti, animatori, operatori didattici e semplici appassionati, uniti dall’intento di recuperare la memoria ludico-culturale perduta, riallacciando i legami tra le generazioni.

I giochi con le biglie, già descritti da autori latini quali Marziale, Svetonio e, in particolare da Ovidio nel poema Nux, hanno animato i pomeriggi di bambini e ragazzi, tramandandosi di generazione in genarazione, in una tradizione più che millenaria.

L’avvento delle nuove tecnologie informatiche e mediatiche, ed una nuova percezione di pericolo urbano, hanno portato all’abbandono dei giochi di strada, convogliando il tempo libero del bambino verso situazioni e ambienti ritenuti più protetti, perdendo così le componenti di socializzazione, aggregazione e crescita dell’autonomia dell’individuo.

Oggi questi giochi sopravvivono solo nella memoria dei meno giovani. Anche sulle spiagge, infatti, sono rimasti davvero in pochi a far correre le biglie di plastica sul circuito di sabbia, fenomeno tutto italiano che ha scritto una delle pagine più solari del turismo balneare.

I primi tornei

tornei-biglie-pista-sabbiaI primi tornei, organizzati dalla compagniadellebiglie, sulle spiagge del litorale ravennate, hanno riscontrato particolare interesse nei nostalgici appassionati di questa pratica ludica. Le piste di sabbia da noi realizzate suscitano infatti, grazie al loro forte impatto scenico, grande stupore tra giocatori e bagnanti.

I giochi con le biglie, hanno quindi mostrato la loro particolare efficacia nel coinvolgere persone di tutte le età: non solo bambini e bambine, ma anche accompagnatori o adulti in genere, normalmente solo spettatori e non protagonisti dell’evento ludico.

In risposta al desiderio di voler riportare il gioco delle biglie su circuito dalla spiaggia al tessuto urbano, inserendolo in manifestazioni ed eventi pubblici, abbiamo ideato delle strutture funzionali allo scopo. I circuiti per le biglie sono stati da noi realizzati in legno, in differenti moduli componibili, al fine di agevolare le successive fasi di trasporto e allestimento di spazi differenti.

Partecipazioni

circuito-biglie-teodoricoGrazie all’originalità degli allestimenti e, soprattutto, perché i giochi delle biglie sono fortemente radicati nella memoria collettiva, siamo stati invitati a partecipare a numerosi Festival ed Eventi, anche di valenza internazionale, e di carattere culturale, ricreativo, sportivo e turistico, promossi da enti pubblici o soggetti privati. Evidenziamo di seguito alcune partecipazioni:

GIORNATA MONDIALE DEL GIOCO

Per riaffermare il diritto al gioco sancito dalla Convenzione ONU sui diritti del fanciullo
Roma 2007; Jesi (AN) 2008; Carpi (MO) 2010

KANNER IN THE CITY

Festival internazionale del gioco
Luglio 2006; Città del Lussemburgo


LA GRANDE NOTTE DELLE BICICLETTE

Festa del ciclo
Settembre 2007; Milano


CICLOMUNDI

Festival del viaggio in bicicletta
Settembre 2007, 2008; Portogruaro (VE)


UN MARE DI SAPORI

Festival Internazionale di Biglie da Spiaggia
Evento promosso dalla Regione Emilia Romagna
Estate 2010, 2011; spiagge della Riviera

LA NOTTE ROSA

La Notte Rosa dei Bambini
Luglio 2008, 2009, 2010; Bellaria - Igea Marina (RN)


MEZZANOTTE BIANCA

La Notte Bianca dei Bambini
Giugno 2013; Pesaro


TOCATI'

Festival internazionale dei giochi di strada
Settembre 2005, 2006, 2010; Verona


Cosa facciamo

Compagniadellebiglie
Giochi, Corse e Tornei
L’attività di Gioco e Animazione per tutte le età.

Animazioni in città

Allestimento temporaneo di 1 o più Circuiti per le corse delle Biglie: dimensioni di volta in volta adattabili a spazi di differente metratura. Lo svolgimento dell’attività richiede l’allestimento di circuiti modulari, realizzati in legno, chiamati BIGLIODROMI. L’allestimento necessita di una superficie piuttosto pianeggiante (su prato, cemento, piastrellato o da interno) e di circa un’ora di tempo. Non è necessario l’allacciamento alla corrente elettrica. Ciascuna struttura di gioco può accogliere in contemporanea una ventina di giocatori. Il gioco con le biglie viene gestito dagli animatori della compagniadellebiglie; ed è organizzato in brevi batterie consecutive, così da coinvolgere tutto il pubblico presente. L’attività di animazione può, su richiesta, essere organizzata in modalità Torneo.

Realizzazione di Circuiti in Sabbia in Parchi e Piazze: Anche per le animazioni in Città, i partecipanti al gioco, potranno far correre le biglie sulla pista di sabbia. Il circuito viene realizzato in una sabbiera appositamente predisposta.

Gli allestimenti di gioco e animazione, i Bigliodromi
1. Circuito per le Corse delle Biglie, adattabile a spazi di differente metratura. Foto in alto, con ingombro massimo di 17,5x17,5 m.
2. Circuito per le Corse delle Biglie a forma ellittica riproducente un Velodromo. Foto in basso a sx. Dimensioni 8x2 m.
3. Circuito per il Ciclotappo: Corse di coperchini (tappi a corona) su circuito. Foto in basso al centro. Dimensioni 6,5x6,5 m. 4. Pedana con differenti schemi per riproporre i giochi delle biglie un tempo praticati sulla terra battuta o sui marciapiedi. Foto in basso a dx. Dimensioni: 8x2 m.
circuito-corse-biglieallestimenti-circuiti-biglie circuito-corse-biglie-cittacircuito-ciclotappopedana-gioco-biglie
La nostra proposta di Gioco e Animazione: per la velocità di allestimento, per il suo impatto scenico e, soprattutto, perché fortemente radicata nella memoria collettiva, risulta particolarmente adatta ad ogni contesto di festa: festival ed eventi di carattere culturale, sportivo e turistico; sagre di paese; fiere; animazioni in strutture turistiche e ricreative.

biglie-ciclisti
A testimonianza del forte legame storico-culturale tra le corse in bicicletta e le corse delle biglie su circuito, i partecipanti al gioco corrono con biglie dedicate ai ciclisti che hanno scritto la storia dello sport delle 2 ruote.

Animazioni in spiaggia

Realizzazione di Piste in Sabbia per le corse delle Biglie: La compagniadellebiglie dispone di tutto il materiale occorrente alla costruzione della pista di sabbia, la quale può richiedere uno più giorni di lavorazione, a seconda del risultato scenico desiderato. L’attività di gioco verrà gestita dai nostri animatori e potrà estendersi per più giornate. Ai Tornei, organizzati secondo fasce d’età distinte o non, sarà possibile aggiungere una vera e propria Scuola di Biglie pensata per i più giovani, i quali avranno così la possibilità di apprendere le diverse tecniche di lancio e le rispettive corrette posture d’esecuzione.
piste-sabbiacorse-biglie-sabbia
tornei-biglie-mare gare-biglie-spiaggia

Rassegne ludiche

La Compagnia delle Biglie organizza, su richiesta, eventi e rassegne finalizzati al recupero della memoria ludico-culturale perduta. Tale proposta può essere strutturata su più giornate, dedicando, di volta in volta, i singoli appuntamenti a differenti giochi della tradizione popolare. In aggiunta alle corse su circuito delle biglie, presentiamo un’ampia offerta di attività di gioco, laboratori di manualità creativa, workshop ed approfondimenti culturali rivolti al grande pubblico e ad operatori del settore.

Grazie alla più che decennale collaborazione con il Comune di Ravenna, tuttora in corso, abbiamo realizzato numerose rassegne ludiche, allestendo, con le nostre strutture di gioco, i più prestigiosi spazi cittadini. Il Festival delle Biglie, in particolare, organizzato negli anni compresi tra il 2006 e il 2011, ha riscosso un notevole successo di pubblico e l’attenzione della stampa a livello nazionale.

Festival delle Biglie

Primavera 2006, '07, '08, '09, '10, '11
Locandina 4 Festival delle BiglieLocandina 5 Festival delle BiglieLocandina 1 Festival delle Biglie sulla spiaggia

Il tempo delle noci: GIOCHI CORSE TORNEI AL PARCO TEODORICO DI RAVENNA

Autunno 2007, ’08, ’09, ’10, ‘11
Locandina Il tempo delle noci 2008Locandina Il tempo delle noci 2009Locandina Giochi Corse e Tornei al Parco Teodorico di Ravenna

Champagne della Pallina

Estate 2007, ’09, ‘10, '11, '12
Locandina Champagne della pallina 2009Locandina Champagne della pallina 2011Locandina Champagne della pallina 2012

Un Bigliodromo per la Città

bigliodromo-citta-ravenna Un Bigliodromo per la Città è il circuito permanente per le corse delle biglie inaugurato nell’ottobre 2007 al Parco Teodorico di Ravenna, sede del celebre Mausoleo di Teodorico, monumento UNESCO della città. La pista, da noi progettata e realizzata in muratura nel corso di 5 mesi di cantiere, è stata richiesta dall’amministrazione comunale, per offrire alla cittadinanza una struttura dal forte contenuto estetico e culturale, aggregante e socializzante. Ancora unico nel suo genere, in Italia e, pare, nel mondo, il Bigliodromo è sempre a disposizione del pubblico negli orari di apertura del parco e, periodicamente, impiegato nello svolgimento di eventi dedicati ai giochi della tradizione popolare, quali le rassegne Festival delle Biglie e il Tempo delle Noci.

Ludobus

palomar-ludobus PALOMAR ludobus è la ludoteca mobile di Ravenna. Dall'estate del 1999 quando arriva in parchi e piazze:
si capisce subito che ci si diverte, l'atmosfera è accogliente e familiare, promuove il gioco di importanza vitale per i bambini e le bambine. Permette a bambini, ragazzi ed accompagnatori di sperimentarsi nel mondo delle relazioni sociali, allacciare contatti, stringere amicizie. Rivitalizza in maniera giocosa luoghi che non erano destinati al gioco, creando relazioni positive. Coinvolge tutti: bambini, ragazzi, adulti, anziani, famiglie.

Il Ludobus Palomar è un furgone attrezzato con giochi, strutture e materiali ludici, una sorta di ludoteca mobile per:
- promuovere il diritto al gioco dei bambini e delle bambine; 
- promuovere modalità di aggregazione e socializzazione;
- favorire la scoperta e la valorizzazione dell'ambiente e del paesaggio;
- recuperare la memoria ludico-culturale perduta riallacciando i legami tra le generazioni.

Nasce quando la legge 285/97 ha riconosciuto ufficialmente il Ludobus quale "buona pratica" per la promozione e lo sviluppo dei diritti e delle opportunità per l'infanzia e l'adolescenza. A partire dall'estate del '99 il Ludobus Palomar, su richiesta dall'Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Ravenna, arriva in parchi, giardini, cortili scolastici e piazze allestendoli con strutture per i giochi di strada e richiami artistici, coinvolgendo ed intrattenendo bambini, ragazzi ed accompagnatori.

Per Ludobus si intende un veicolo di medie o grandi dimensioni che, dopo un lavoro di adattamento riguardante sia gli aspetti funzionali (allestimento e materiali), sia quelli estetici (colori e decorazioni esterne), viene appositamente attrezzato per attività di gioco ed animazione, da svilupparsi secondo programmi diversificati. Solitamente il Ludobus è un furgone, anche se nell'esperienza italiana sono state molte le sperimentazioni e le idee: Ludobus ricavati da mezzi pubblici dimessi come autobus di 8-12 metri e riallestiti per essere utilizzati anche al loro interno; ludoroulotte o rimorchi trasportabili, ludobikes ricavate dalle vecchie biciclette degli spazzini; ludonavi operanti lungo porti e spiagge; ludocamper adattati a laboratori fotografici; e persino ludoasini caricati con giochi ed attrezzature da trasportare per le località montane.

Gioco e Tradizione

Compagniadellebiglie
Giochi, Corse e Tornei
Una tradizione più che millenaria.

Un tempo erano sassolini, noccioli di pesca e albicocca, fave secche...

biglie-sassoliniAntropologi ed archeologi ci assicurano che i giochi con le biglie erano praticati sin dall’antico Egitto e, se non c’è dato conoscere quando sia comparsa la prima biglia propriamente detta, appare evidente l’utilizzo antico (quanto l’uomo?) di sassolini, noccioli di pesche e albicocche, fave secche o noci.
Nella sezione dedicata alla Roma Antica del British Museum di Londra si possono ammirare le biglie in terracotta e vetro, esposte a testimonianza di una tradizione di gioco più che millenaria. Ovidio nel poema intitolato Nux descrive diversi tipi di gioco, arrivati ai giorni nostri e presenti in tutte le culture popolari: il cic e spanna, i mucchietti, il battimuro, giocati da generazioni di bambini, su superfici di terra battuta, ideale terreno di gioco.
Un'altra testimonianza ci viene da Marziale il quale scrive: "già triste lo scolaro ha lasciato le noci / dietro agli schiamazzi del maestro".
I giochi con questi frutti erano di fatto così diffusi e praticati che l'espressione "lasciare il gioco delle noci" divenne sinonimo di abbandono dell'infanzia. 1
Svetonio ci racconta invece come i giochi con le biglie, fossero praticati anche dagli adulti in occasione dei Saturnali, con regole e schemi di gioco piuttosto complessi. Ancora oggi nel mondo anglosassone questi giochi sono largamente praticati da persone di tutte le età con regolamenti a stampa infarciti da una sofisticata terminologia tecnica.

blocco-marmo-gioco-biglie Davvero curioso e suggestivo il blocco in marmo per il gioco delle biglie, datato fine V secolo, rinvenuto nell’ippodromo di Costantinopoli e custodito presso il “Museum für Byzantinische Kunst” di Berlino. I rilievi scolpiti sulle quattro facciate raccontano delle corse dei carri, mentre il percorso delle biglie, si compiva a caduta attraverso un susseguirsi di sette rampe, per assegnare l’ordine di partenza dei carri. Ancora oggi, è in uso per il Palio di Siena, l’utilizzo di biglie (chiamate Barberi) decorate con i colori delle contrade, per determinare l’ordine della mossa del palio.

Bibliografia
M. Fittà, Giochi e giocattoli nell’antichità, Leonardo Arte, Milano 1997.
Dossena, Enciclopedia dei giochi, UTET, Torino 1999.

I giganti della strada

Il legame storico-culturale tra le corse in bicicletta e le corse di biglie su circuito
E' a partire dagli ultimi decenni dell' ottocento, che viene fissato nella memoria popolare il mito dei giganti della strada. Un ciclismo pionieristico, racconta epiche sfide a cavallo di un mezzo rudimentale, su strade disastrate e distanze improponibili, ad esaltare il carattere eroico dei protagonisti di tali imprese: le gesta degli eroi del pedale. La bicicletta è il cavallo di ferro: mezzo veloce e pertanto sinonimo di progresso e modernità. In poco tempo la bicicletta sarà alla portata di tutti o quasi, divenendo così il cavallo dei poveri: più economico, veloce ed efficiente. E' nel secondo dopoguerra, tuttavia, che il ciclismo raggiunge l'apice della sua popolarità. Il giro del 1946, all'indomani del referendum che sancirà l'inizio della Repubblica Italiana, è subito battezzato della rinascita. In un paese devastato, dove la parola d'ordine da tutti condivisa è ricostruire, il duro mestiere del corridore appare in perfetta sintonia con le necessità della popolazione. Pedalare viene acquisendo sempre più il significato di rimboccarsi le maniche, darsi da fare, lavorare.
corsa-del-popolo album-figurine-campioni-ciclismo gioco-campioni-ciclismo corriere-dei-piccoli-ciclisti
Figurine, biglie, fumetti di ambientazione ciclistica sono gli strumenti di questa ricezione originale che trasforma i bambini da semplici spettatori in attori della corsa.

Fra le mani dei bambini italiani, in aggiunta alle biglie di terracotta, arrivano i tappi a corona, materiale di scarto e facilmente reperibile, particolarmente accattivanti per i colori, i disegni, le scritte, oppure le biglie in acciaio dei cuscinetti a sfera o quelle in vetro ricavate dalle bottiglie di gazzosa. La prima bevanda analcolica gassata ai tempi di Gerbi, Binda e Girardengo, campioni di ciclismo. Era anche detta bicicletta o champagne della pallina, dalla quale i bambini recuperavano la biglia di vetro in essa contenuta, al tempo lusso per pochi e ricercatissima perché più tonda e pesante rispetto alle biglie di terracotta.
bottiglie-gazzosa
"Il coperchino è arte. Da normale tappo a corona per chiusura di bibite si trasforma in velocipede completo di ciclista... Era la primavera che faceva esplodere le gare..." (Francesco Guccini, Vacca d’un cane, Feltrinelli Editore)

A partire dal dopoguerra, la corsa su circuito del ciclotappo, è un gioco largamente diffuso, come testimoniano le numerose citazioni cinematografiche e letterarie, da Gassman a Tognazzi, fino a Guccini. Coperchini, che venivano zavorrati con cera fusa o stucco, e decorati con le immagini dei ciclisti, ritagliate dalle figurine o dai giornali, sintomo dell'originaria preponderante passione per lo sport delle due ruote. Le radiocronache ciclistiche del Giro e del Tour, venivano rivissute dai bambini sui marciapiedi delle strade e nei cortili, in un gioco di simulazione ed immedesimazione.

“Chi gioca a biglie con la biglia di Bitossi…è Bitossi!”
biglia-bitossi1972, mondiale di ciclismo su strada, circuito di Gap, Francia:
Franco Bitossi in maglia azzurra è in fuga solitaria. Ormai allo stremo delle forze, vede il traguardo in fondo al lungo rettilineo finale. Lunghissimo per lui! La paura di vincere, forse di non farcela, il boato assordante del pubblico, il sopraggiungere furioso del gruppetto di inseguitori guidati da Eddy Merckx detto "il Cannibale". Le gambe che si inchiodano, la vista che si appanna, lo portano a zigzagare pietosamente sotto gli occhi increduli di tutti.  E' inghiottito a tripla velocità ad un metro dal traguardo, ed è il compagno di squadra Marino Basso, con un colpo di reni finale a saltarlo sulla linea d'arrivo, lasciandogli l'amarezza della medaglia d'argento, dopo aver assaporato il gusto esaltante della clamorosa vittoria. Ciascuno di noi è stato Franco Bitossi almeno una volta nella vita.

Le palline di plastica con una semisfera trasparente a svelare la figurina del ciclista sembrano comparire sul finire degli anni '50 sulle spiagge italiane, correndo sui circuiti in sabbia realizzati da operosi bagnanti, così come i ragazzini facevano in città, con i grandi mucchi di sabbia di un cantiere edile, allo stacco dei muratori.

pista-sabbia-storica Nel circuito di sabbia, fantasia, olio di gomito e spirito cooperativo sono gli ingredienti fondamentali che permettono di realizzare opere speciali quali: paraboliche, cavalcavia, vulcani e ghirigori. Prendono così vita lungo gli arenili del litorale momenti di aggregazione che coinvolgono appassionati vecchi e nuovi legati fra loro da una simulazione che evoca ricordi. Come afferma Gianni Micheloni in Il gioco delle biglie da spiaggia: un manuale tecnicissimo: “chi gioca a biglie con la biglia di Bitossi…è Bitossi!”

disegni-piste-micheloni
Particolarmente curiosa è la terminologia con la quale si indica il gesto del lancio; termine assente nella lingua italiana e presente invece in tutte le culture regionali:

bicellata (Liguria)
bistecco (San Remo)
biscotto (Firenze)
bodula, bodulada, frucco, gogula, gogulada (Milano)
cicco, cicchetto (Romagna)
cricco (Emilia)
ciuncìn (provincia di Milano)
schicchera, stecca, colpo d'unghia (Roma)
ghiga (Asti)
goga (Brescia)
nocchino (Pistoia)
nocciolina (La Spezia)
pistonca (Sassari)
puffetto (Modena)
quattri (Valtellina)
schioccadito(Abruzzo)
spirlinghino(Cremona)
tips(Brindisi)
ziccaddata (Reggio Calabria)
zicchitune (Palermo)

Bibliografia
D.Marchesini, L’Italia del Giro d’Italia, il Mulino, Bologna 1996.
D.Marchesini, Coppi e Bartali, il Mulino, Bologna 1998.
A.De Lorenzi, Il collezionismo nel mondo della bicicletta, Ediciclo Editore, Portogruaro 1999.
F.Guccini, Vacca d’un cane, Feltrinelli Editore, Milano 1993.
G.Micheloni, Il gioco delle biglie sulla spiaggia, Sperling & Kupfer Editori, Milano 1996.
FIGCT, I tappetti, Feguagiskia’Studios, Genova 1996.

Contattaci

Compagniadellebiglie
Associazione della Cultura Ludica
Richiesta Informazioni, Scrivici.